Flat Preloader Icon

Edizioni Nuova Cultura

La scelta del termine tedesco per “nostalgia” come titolo della presente silloge è motivata sia da ragioni storico-culturali sia dall’ampiezza dei significati filosofici insiti in esso. Oltre a riprendere motivi romantici ed espressionistici di origine principalmente mitteleuropea, questa raccolta attribuisce un significato peculiarmente negativo alla nostalgia.
La Sehnsucht è qui caratterizzata come un anelito al Totalmente Altro concepito più come nulla che come essere: ciò che suscita la nostalgia non è ciò che fu o che potrebbe essere, bensì ciò che al contrario è assolutamente impossibile. La casa per la cui assenza ci si duole non ha né coordinate spaziali né temporali, eppure è sentita come più propria di tutti i luoghi fisici o spirituali. Questo anelito si declina a volte come una volontà di fuga e come un’incapacità di radicarsi felicemente nel presente, ma altre volte il suo riferimento ad una realtà radicalmente altra agisce vivificando il sentimento e l’esperienza: il nulla diviene allora paradossalmente la potenza organizzatrice del sentire. Ad unire il reale all’impossibile è proprio il senso, inteso come organo mediatore, secondo il significato tradizionale dell’estetica. Ciò si rende particolarmente evidente nella tematica-chiave dell’amante eterna, la cui mancanza può condurre alla sterilità e al fallimento così come alla riscoperta fiduciosa delle possibilità del mondo.


Daniele Zanghi è nato a Roma nel 1995. Dopo aver conseguito un doppio titolo di laurea in scienze politiche e in filosofia nel 2016 presso Sciences Po Paris e Sorbonne Paris IV, ottiene nel 2018 una doppia laurea magistrale in filosofia presso la Friedrich-Schiller-Universität di Jena e Sapienza Università di Roma.
Tra il 2019 e il 2020 svolge un progetto di ricerca sulla presenza del pensiero di Arthur Schopenhauer negli scritti giovanili di Max Horkheimer.
Dal 2021 è dottorando in Studi politici presso il Dipartimento di Scienze politiche della Sapienza di Roma, dove porta avanti una ricerca sulla critica dell’ideologia nelle nuove generazioni della Scuola di Francoforte.
Nel 2019 è esordito in poesia con la plaquette Lo scarto della retina (Fallone Editore).
Sehnsucht è la sua seconda opera poetica.

 
 
Anno: 2022
Pagine: 88
Formato: 14 x 20 cm
Peso Kg: 0.097
Colore: B/N
Copertina: Morbida
Legatura: Brossura
Lingua: Italiano
ISBN: 9788833654980

SehnsuchtSehnsucht
15,00
Torna in alto