Edizioni Nuova Cultura

,

L’Aquila e l’Abruzzo nella storia d’Italia

40.00

 

NUOVO: acquista l'eBook!
Prezzo: 4,99 €

Terra lontana e di confine sinché parte del Regno delle Due Sicilie, con l’Unità l’Abruzzo diviene una regione cerniera tra il Nord e il Sud della penisola, che inoltre concentra in un territorio ridotto tutte le contraddizioni che caratterizzano il Mezzogiorno nel suo complesso. Una delle regioni con il tasso di crescita più alto dell’intero Paese nella seconda metà del Novecento, l’Abruzzo e in particolare l’area dell’Aquila costituiscono un osservatorio privilegiato per indagare le dinamiche che, a livello locale, hanno accompagnato gli sviluppi politici ed economici dello Stato unitario.


Marco Zaganella, Direttore della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, ha insegnato Storia economica presso l’Università degli Studi dell’Aquila e attualmente collabora, nell’ambito della stessa disciplina, con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre. Tra le sue pubblicazioni: Dal fascismo alla Dc. Tassinari, Medici e la bonifica nell’Italia tra gli anni Trenta e Cinquanta (Siena 2010); ha curato, con Giuseppe Parlato, Il Risorgimento italiano. Le culture politiche che hanno fatto l’Unità d’Italia (Roma 2010) e Fare gli italiani. Dalla costituzione dello Stato nazionale alla promulgazione della Costituzione repubblicana, 1861-1948 (Roma 2012).


ISBN cartaceo: 9788868120368
Numero pagine: 216
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 27 Maggio 2013

Peso 0.302 kg
Dimensioni 24 × 17 × 24 cm