Edizioni Nuova Cultura

,

L’ora segnata dal destino

38.00

L’entrata in guerra dell’Italia, il 10 giugno 1940, costituisce un nodo storiografico per certi versi ancora irrisolto. L’Autore, sulla base di una imponente documentazione reperita negli archivi italiani ed esteri e della vasta letteratura sull’argomento rilegge i nove mesi della “non belligeranza” italiana attraverso la lente della natura pragmatica e poco ideologica della politica estera di Mussolini. Senza negare la vocazione imperialista dell’Italia fascista, la ricerca giunge a conclusioni innovative individuando nell’entrata in guerra dell’Italia l’ultimo e illusorio tentativo mussoliniano di ricondurre la questione sui binari della diplomazia e della trattativa.


Emilio Gin (Napoli, 1971) è ricercatore di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Salerno. Si è occupato di storia delle società segrete e della lotta politica nel Regno delle Due Sicilie nel periodo rivoluzionario e napoleonico. Ha pubblicato diversi saggi sulla storia del pensiero strategico e militare. Tra i suoi lavori ricordiamo, tra gli altri, Santa Fede e Congiura Antirepubblicana (Gallina, Napoli 1999), Sanfedisti, Carbonari, Magistrati del Re. Il Regno delle Due Sicilie tra Restaurazione e Rivoluzione (Dante & Descartes, Napoli 2003).

 

Pagamenti   Ritira  Spedizione       

Tempi di consegna 5-7gg lavorativi dall'accredito di pagamento.


ISBN cartaceo: 9788861348318
Numero pagine: 424
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 1 Agosto 2012

Peso 0.502 kg
Dimensioni 20 × 14 × 20 cm