Ilgeopolitico

Prof. Guglielmo Rinzivillo

Edizioni Nuova Cultura è lieta di annunciare la nascita della rivista scientifica Il Geopolitico, rivista di analisi politiche e sociologiche.
La rivista, nata in Italia, presenta il numero 0 con due articoli del Direttore Responsabile Prof. Guglielmo Rinzivillo (Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche della Sapienza) e del Dott. Issau Agostinho (Dottore di Ricerca alla Sapienza) sulla geopolitica della scienza e sulla tematica dell’utilizzo dei big-Data nelle scienze politiche e sociali 2.0.
La giovane rivista si avvale di uno staff costituito da esponenti della ricerca scientifica di tutto il mondo, dall’Africa al Sudamerica, dall’Europa al continente indiano. Oggetto specifico del numero 0 è presentare in forma di editoriale un progetto di coinvolgimento dei giovani ricercatori e scienziati nelle scienze sociali e politiche e stilare un programma di lavoro iniziale, in modo da delineare il profilo della pubblicazione e dei numeri che seguiranno, a partire dal Numero 1 previsto per la fine dell’anno-inizi 2018.
Prendiamo spunto da uno stralcio dell’Editoriale del Prof. Guglielmo Rinzivillo:

Il Rapporto della scienza con le condizioni geografiche dei vari Paesi rispecchia il tema delle risorse messe in campo per sostenere branche della ricerca, localizzando gli sforzi per ottimizzare al meglio i vari risultati, secondo i piani prestabiliti e in rapporto alle politiche di investimento. Ma il problema della allocazione delle risorse non è soltanto un problema politico e/o di strategia politica. 
È anche un problema di etica scientifica, laddove gli scienziati, che sono i diretti interessati, possono rappresentare una parte notevole di quel consenso che, a volte, non è questione scontata, e che, quindi, diviene il primo passo per l’attuazione di una certa politica della/nella ricerca scientifica. Vogliamo dire con questo che esiste un problema di responsabilità sociale degli scienziati che soprattutto oggi, nell’era tecnologica, va tenuto presente e che, con i dovuti approfondimenti, sposta tutto l’interesse verso la sociologia della scienza, una disciplina che ha i suoi meritati episodi di celebrità negli Stati Uniti a partire dal primo quarantennio del XX secolo e le sue manchevoli dimostranze nei confronti della modernizzazione del mondo occidentale e dell’Europa in particolare ( anni  ’70 del ’900)”.

Vai alla scheda della rivista