Edizioni Nuova Cultura

L’altra Roma

Autore: Rita Fresu

26.00

Gli studi raccolti nel presente volume ripercorrono, da differenti angolazioni, circa cinque secoli di storia linguistica di Roma e delle zone ad essa contermini, per le quali la città ha sovente costituito un centro egemone e un polo mediatore di italianizzazione. L’attributo assegnato nel titolo all’Urbe evoca emblematicamente l’alterità di percorsi di scrittura alternativi, in molti casi lontani dalla dimensione letteraria o dai canali acculturanti ufficiali, e rappresentativi, invece, di quei dinamismi tra norma e deviazione di cui è costellata la storia linguistica della Capitale (e, più in generale, la vicenda culturale italiana). Varie tipologie testuali, prodotte per lo più da “gente comune” (spesso donne), vengono indagate in chiave sociolinguistica e interpretate non più soltanto come prodotti dei poli diastraticamente bassi, bensì valutate nella loro molteplice e articolata gamma di realizzazioni intermedie, in sintonia con la graduale riformulazione che ha recentemente coinvolto gli studi sulle scritture non istituzionali. Lettere, in special modo familiari, ma anche dirette all’autorità, documenti burocratici e altre tipologie (come testi teatrali oppure appunti protocollari) vengono esaminati in un arco cronologico che dalla fine del XV secolo giunge a varietà contemporanee, attraverso lo studio di produzioni di epoche diverse, ma concentrate fra Sette e Ottocento nella convinzione dell’importanza davvero cruciale che tale periodo ha rivestito nei processi di alfabetizzazione/italianizzazione a Roma e nel suo territorio.


Rita Fresu (Roma, 1967) è ricercatrice di Linguistica italiana presso la Facoltà di Lettere dell’Università  di Cagliari. Si è occupata di scritture non istituzionali di area mediana e alto-meridionale, di rapporti tra tipologia testuale e fenomeni linguistici, di questioni di gender nella storia dell’italiano. Ha pubblicato diversi studi tra cui l’edizione, con analisi e glossario, della Cronaca teramana di Angelo de Jacobis (L’Aquila, 2006), quella dell’epistolario di Maria Conti Belli, moglie del poeta romanesco (Roma 2006), e il contributo sulla lingua “fantastica” della produzione narrativa e teatrale di Massimo Bontempelli (Roma, 2008).

Pagamenti Ritira    

Spese di spedizione 

I testi vengono stampati in print on demand. 

Si ricevono in circa 5-7gg lavorativi dall'accredito di pagamento.


ISBN cartaceo: 9788861342071
Numero pagine: 228
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 30 Giugno 2009

Peso 0.397 kg
Dimensioni 24 × 17 cm