IL FASCISMO NELLA BANDA ORIENTAL

Le relazioni tra Italia e Uruguay e la comunità italiana nel periodo tra le due guerre

Autore/i: Valerio Giannattasio

28.00

Con l’ascesa di Mussolini al potere, l’Italia iniziò a mostrare grande interesse per le sue collettività presenti nei paesi latinoamericani. L’Uruguay non fece eccezione: insieme alle nazioni vicine Argentina e Brasile, fu tra le mete privilegiate dell’emigrazione italiana sin dalla prima metà dell’Ottocento. Il regime mussoliniano si adoperò, quindi, per attirare i connazionali residenti a Montevideo e dintorni nell’orbita del fascismo e, poi, per renderli partecipi del progetto totalitario. Per l’Italia fascista gli italo-uruguaiani furono anche strumenti di politica estera attraverso i quali accrescere l’influenza politico-ideologica sulla nazione rioplatense e gli scambi commerciali. Le relazioni italo-uruguaiane migliorarono nel corso degli anni Venti, con un ulteriore progresso dopo la crisi del 1929. Le ripercussioni della depressione mondiale fecero, infatti, emergere in Uruguay tendenze politico-ideologiche, sino ad allora rimaste sotto traccia, che avvicinarono i due paesi. Tuttavia, questa vicinanza risultò effimera, patendo i contraccolpi della Seconda guerra mondiale e della restaurazione democratica in Uruguay.

Valerio Giannattasio è ricercatore in Storia e Istituzioni delle Americhe presso il Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Si occupa della proiezione politica e culturale del fascismo in America Latina, della politica estera dell’Italia nel subcontinente e di reti politiche euro-latinoamericane. Tra le sue pubblicazioni più recenti, Il fascismo alla ricerca del “Nuovo Mondo”. L’America Latina nella pubblicistica italiana, 1922-1943 (2018), «La DC, il Copei e l’Unione Mondiale Democratica Cristiana. Una relazione complessa (1968-81)» (2018), «Il caso Moro e il Cile dei militari» (2019), «Il processo di integrazione regionale: origini, sviluppi, potenzialità e criticità» (2020).

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788833653181
Numero pagine: 292
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 30 Giugno 2020

Informazioni aggiuntive

Peso 0.408 kg
Dimensioni 17 × 24 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “IL FASCISMO NELLA BANDA ORIENTAL”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

WebTV

Accesso Cliente

Hai perso la password?