Edizioni Nuova Cultura

,

Quid ius?

25.00

La filosofia non può che essere comprensione critica del proprio tempo e la filosofia del diritto, solo in quanto comprensione critica, può contribuire ad un assetto unitario di una materia, quale quella del sapere giuridico e della vita giuridica, che si presenta oggi particolarmente frantumata e settorializzata. E solo in quanto comprensione critica può svolgere il suo compito culturale di renderci consapevoli e responsabili di fronte al nostro mondo. In tempi di rapida evoluzione, come i nostri, più che mai la filosofia del diritto deve guardare al proprio tempo e alle trasformazioni che esso vive, proprio per poter meglio cogliere la realtà del suo oggetto di studio che è dinamica e complessa. E deve essere in grado di realizzare una relazione tra i diversi saperi che tentano di rapportarsi all’esperienza.


ISBN cartaceo: 9788861342538
Numero pagine: 212
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 3 Luglio 2009

Peso 0.37 kg
Dimensioni 24 × 17 cm