Edizioni Nuova Cultura

Il genocidio armeno nella storia e nella memoria

Autore: Maria Immacolata Macioti

22.00

Persecuzioni agli armeni nella Turchia dell’Ottocento, genocidio armeno durante la prima guerra mondiale. Accadimenti insieme dimenticati e ricordati, negati e comunicati. Se ne sono occupati testimoni stranieri, sopravvissuti, studiosi, scrittori. Recentemente sono usciti romanzi, film che ricordano questa epopea. A partire da questi ricchi materiali il testo ripercorre gli anni delle stragi degli armeni, i loro tentativi di sopravvivere, di tramandare il ricordo di quanto subito; quelli, da parte turca, di diminuire la portata di questi fatti, di rovesciarne la responsabilità sulle vittime stesse. Propone, auspica il riconoscimento pieno di quanto occorso, la cessazione delle persecuzioni a chi, in Turchia, parla del genocidio armeno. E quindi uno sbocco possibile, con l’ingresso della Turchia nell’UE, una volta realizzati nuovi, più consapevoli equilibri.


Maria Immacolata Macioti, Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali, insegna nella Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione. Dirige il master Immigrati e rifugiati della Sapienza, dove ha coordinato per vari anni il Dottorato in Teoria e ricerca sociale. È stata Vicepresidente dell’Ateneo Federato delle Scienze Umane, delle Arti e dell’Ambiente. Suoi libri sono usciti per le edizioni Liguori, Guerini, Laterza ecc.

Pagamenti Ritira    

Spese di spedizione 

I testi vengono stampati in print on demand. 

Si ricevono in circa 5-7gg lavorativi dall'accredito di pagamento.


ISBN cartaceo: 9788861347083
Numero pagine: 172
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 7 Ottobre 2011

Peso 0.315 kg
Dimensioni 24 × 17 cm