Venti poemetti urbani e un componimento difficile

Autore/i: Bruno Gullo

6.00

[:it]

Questo libro si rivolge a coloro che già posseggono una conoscenza del coreano a livello elementare o intermedio, ossia hanno appreso le principali nozioni grammaticali e un vocabolario piuttosto ampio relativo al linguaggio quotidiano. In particolare, esso si indirizza agli studenti del corso di Laurea Specialistica, ma vuole venire incontro anche alle esigenze di quanti sono bilingui e si accingono alla professione di traduttore. Il testo non ha l’ambizione di costituire un vero e proprio trattato di teoria della traduzione, cui si fa riferimento soltanto a scopo introduttivo, nè intende fornire allo studente un approccio strettamente prescrittivo, sebbene la Parte Seconda abbia una evidente funzione didattica in virtù dei suggerimenti forniti in relazione alle forme e ai modelli grammaticali che si ritengono utili per il lavoro di traduzione. Lo scopo che si intende raggiungere è piuttosto quello di migliorare l’acquisizione del coreano sviluppando ulteriormente il lavoro svolto durante la Laurea Triennale, da una parte, e di offrire una guida introduttiva alle prime esperienze di traduzione, dall’altra. Di qui una duplice funzione: dotare lo studente di una base epistemologica, e su questi presupposti innescare una riflessione sulla complessità dei processi di traduzione, affrontando il testo nella sua analisi pragmatica ma anche nei suoi elementi grammaticali, nei meccanismi della loro applicazione e nel trasferimento dal testo di partenza al testo di arrivo…

[:en]Questo libro si rivolge a coloro che già posseggono una conoscenza del coreano a livello elementare o intermedio, ossia hanno appreso le principali nozioni grammaticali e un vocabolario piuttosto ampio relativo al linguaggio quotidiano. In particolare, esso si indirizza agli studenti del corso di Laurea Specialistica, ma vuole venire incontro anche alle esigenze di quanti sono bilingui e si accingono alla professione di traduttore. Il testo non ha l’ambizione di costituire un vero e proprio trattato di teoria della traduzione, cui si fa riferimento soltanto a scopo introduttivo, nè intende fornire allo studente un approccio strettamente prescrittivo, sebbene la Parte Seconda abbia una evidente funzione didattica in virtù dei suggerimenti forniti in relazione alle forme e ai modelli grammaticali che si ritengono utili per il lavoro di traduzione. Lo scopo che si intende raggiungere è piuttosto quello di migliorare l’acquisizione del coreano sviluppando ulteriormente il lavoro svolto durante la Laurea Triennale, da una parte, e di offrire una guida introduttiva alle prime esperienze di traduzione, dall’altra. Di qui una duplice funzione: dotare lo studente di una base epistemologica, e su questi presupposti innescare una riflessione sulla complessità dei processi di traduzione, affrontando il testo nella sua analisi pragmatica ma anche nei suoi elementi grammaticali, nei meccanismi della loro applicazione e nel trasferimento dal testo di partenza al testo di arrivo…[:]

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 978889362324
Numero pagine: 50
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 27 Luglio 2009

Informazioni aggiuntive

Peso 0.073 kg
Dimensioni 20 × 14 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Venti poemetti urbani e un componimento difficile”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

WebTV

Accesso Cliente

Hai perso la password?