Poesia e memoria popolare a Santa Sofia d’Epiro

Autore/i: Elio Miracco

14.00


NUOVO: acquista il PDF!
Prezzo: 5,49 €

“Luigino Montalto e Benito Guido, due “voci”, la prima agli inizi del Novecento e la seconda contemporanea, sinora presso che sconosciute se non fra la gente della loro terra d’origine, Santa Sofia d’Epiro, nella Calabria cosentina, terra tra Pollino e Sila di antiche presenze arbëreshe. Due voci di poesia, anzi di poesia “popolare” nel senso migliore del termine (non aprioristicamente disgiunto da sentimenti e risultati di “arte”), semplificando (per tagli di necessità assai all’ingrosso) “dal popolo” e “per il popolo”, per di più nella lingua del proprio popolo, appunto l’arbëresh secolare di Calabria, nelle forme, nei modi e financo nei contenuti.

Si tratta di una documentazione preziosa “dal basso”, di una memoria (perfino in trasmissione orale!) che Elio Miracco ha voluto e saputo recuperare da par suo con estrema pietas verso la “piccola patria”, criticamente coniugata con il massimo rigore critico e con una pazienza indagatoria davvero certosina; in poche parole, un’opera certo di (primissima) pertinenza “locale” ma che nella prospettiva sempre più vincente e avvincente dell’“Italia delle ltalie” risulta valida e propositiva per tutti, addetti ai lavori, appassionati e semplici lettori”.

Ugo Vignuzzi, Professore Ordinario di Linguistica italiana (Dialettologia italiana), La Sapienza Università di Roma, Accademico della Crusca.

Elio Miracco, nato a Santa Sofia d’Epiro nel 1944, è ordinario di Lingua e letteratura albanese alla “Sapienza”, dirige il Centro di Studi albanesi del Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filo-logiche e geografiche, è presidente del Corso di laurea magistrale in Linguistica. Con decreto del Presidente della Repubblica albanese (1997) gli è stata conferita, per meriti scientifici, l’alta onorificenza dell’ordine Naim Frashëri. I suoi settori di ricerca riguardano la filologia, la metrica, la letteratura albanese del XIX sec. in Italia e in Albania, la letteratura albanese contemporanea e la tradizione orale degli Arbëreshë. Monografie principali: L’ottonario nei Canti di Milosao di Girolamo De Rada (1984); La storia del testo del romanzo Piramida di Ismail Kadare (Oxiana 1999); Il romanzo Sikur t’isha djalë di H. Stërmilli (2004); Studio e pubblicazione di lettere inedite di Girolamo De Rada (Oxiana 2004); Analisi di temi del romanzo Kështjella di Ismail Kadare (2007). Tra le traduzioni: Diario di un intellettuale in un gulag albanese (Marco 1994) di Fatos Lubonja, premio Moravia 2002; le novelle di Visar Zhiti nel volume Passeggiando all’indietro (Oxiana 1999), e la silloge di poesie Confessione senza altari (Diana 2012).

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788868122638
Numero pagine: 156
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 10 Aprile 2014

Informazioni aggiuntive

Peso 218.00 kg
Dimensioni 17 × 24 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Poesia e memoria popolare a Santa Sofia d’Epiro”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

WebTV

Accesso Cliente

Hai perso la password?