La missione Segre (1918-1920)

L'Austria e la nuova Europa centro-orientale

Autore/i:

12.00

Nel dicembre 1918, poche settimane dopo la conclusione della prima guerra mondiale, giunge a Vienna il generale Roberto Segre capo della missione militare italiana per l’esecuzione delle clausole dell’armistizio di Villa Giusti. La missione Segre, che dura fino al 1920, è un tassello fondamentale della politica estera italiana nell’Europa centro-orientale. Gli Stati sorti sulle rovine dell’Impero austro-ungarico sono dilaniati da gravi condizioni economiche, tensioni sociali e nazionali, scontri territoriali e per il possesso delle materie prime, interessi in conflitto delle potenze dell’Intesa. In questo turbolento contesto la missione italiana agisce per stabilizzare la nuova Repubblica austriaca guidata dal socialdemocratico Otto Bauer. L’Austria tedesca vive in questa fase il momento più critico della sua esistenza, minacciata dalla rivoluzione e dalle mutilazioni territoriali. Basato su fonti d’archivio inedite provenienti dagli archivi militari italiani, il volume racconta – attraverso i rapporti di Segre e dei suoi uomini inviati nei territori dell’ex-Impero – l’evoluzione economica e politica della “nuova Europa” centro-orientale.

Daniel Pommier Vincelli (1975) dottore di ricerca presso la Sapienza università di Roma, insegna Storia dell’Europa orientale presso l’università degli Studi di Macerata. Autore di La Romania dal comunismo alla democrazia. Momenti di Storia internazionale, Nuova Cultura, Roma 2008.

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788861344372
Numero pagine: 198
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 1 Marzo 2010

Informazioni aggiuntive

Peso 0.239 kg
Dimensioni 20 × 14 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La missione Segre (1918-1920)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

WebTV

Accesso Cliente

Hai perso la password?