La Rivoluzione Bolscevica

Tra storiografia, interpretazioni e narrazioni 1917 - 1924

Autore/i: Giovanni Franchi, Tito Forcellese, Antonio Macchia (a cura di)

30.00

La Rivoluzione di Ottobre è il logico sviluppo di quella di Febbraio o il suo tradimento? I bolscevichi, con Lenin, hanno realizzato le aspirazioni politiche ed economiche di Marx oppure no? Com’è stata fin da subito raccontata e interpretata la Rivoluzione? Va considerata come il risultato di un movimento di popolo o il colpo di mano di una piccola minoranza organizzata? La sua trasformazione in una rivoluzione nazionale è dipesa dalla sconfitta dell’Armata rossa alle porte di Varsavia, o invece era insita nel destino russo? Che tipo di uomo, di mentalità, che concezione della società e del potere sono sorti con il nuovo Stato sovietico?
A queste e ad altre cruciali domande, riguardanti uno degli eventi più importanti del secolo passato, hanno cercato di rispondere, storici, politologi, scienziati sociali e filosofi, facendo il punto sulle interpretazioni della Rivoluzione fino ad ora più accreditate e confrontandole con le teorie degli studiosi che da subito hanno ragionato sui fenomeni in corso; ma anche con le testimonianze dirette di chi è stato protagonista degli eventi, li ha vissuti in prima persona o ha potuto visitare la nuova Russia sovietica. Tutto ciò attraverso un metodo interdisciplinare, all’altezza, cioè, della complessità propria dell’oggetto di studio. 

Giovanni Franchi (1967) è ricercatore confermato di Filosofia Politica presso l’Università degli Studi di Teramo. Nel 2017 ha ottenuto l’abilitazione di professore associato di Storia delle Dottrine Politiche. Tra gli ultimi lavori: Sozialreform e Berufständische Ordnung nell’opera di Johannes Messner («Annali della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice», 2019.2).

Tito Forcellese (1969) è ricercatore confermato di Storia delle Istituzioni Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo. Nel 2021 ha ottenuto l’abilitazione di professore ordinario nella stessa disciplina. Tra le sue ultime pubblicazioni: “Il senso dei nostri limiti”. Andreotti e i rapporti italo sovietici negli anni della distensione (Franco Angeli, 2020).

Antonio Macchia (1965) è ricercatore a tempo determinato di Storia delle Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Teramo. Nel 2021 ha ottenuto l’abilitazione di professore associato nella stessa disciplina. Recentemente ha dato alle stampe: Solidarność e la fine del blocco sovietico (Nuova Cultura, 2020). 

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788833653792
Numero pagine: 326
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 14 Ottobre 2021

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 17 × 24 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Rivoluzione Bolscevica”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

Collane

WebTV