La didattica DaD all’università

La voce degli studenti dei Corsi di Studio Pedagogici, a Sapienza

Autore/i: Guido Benvenuto, Manuela Montebello, Sara Gabrielli

18.00

Il periodo di chiusura e di distanziamento sociale, che la pandemia da Covid-19 ha comportato a partire da marzo 2020, ha necessariamente cambiato le coordinate organizzative, gestionali e le didattiche nei diversi livelli di istruzione. La didattica universitaria ha accusato un grave colpo con la Didattica a Distanza (DaD), in quanto ha amplificato le disuguaglianze, in termini di accesso all’istruzione e di differente fruizione nelle forme più disparate. Il timore che gli studenti, e soprattutto le matricole, non tornassero in aula è legato e in parte giustificato da alcuni fattori, al di là dei decreti che imponevano distanziamento o isolamento: la comodità di stare a casa, l’innegabile economia personale e familiare e la necessità di aggiornare e riqualificare l’offerta didattica.
Le ricerche condotte durante questo anno accademico dagli studenti dell’esercitazione, di cui riferiamo nel presente volume, sono un contributo per ascoltare la voce degli studenti e discutere all’interno di un corso di studi universitari (all’interno del monitoraggio che Cdl di Scienze dell’educazione e della formazione di Sapienza svolge annualmente) l’assoluta necessità pedagogica di analizzare i bisogni degli studenti e le problematiche della struttura e dei servizi, per intervenire a rimuovere disuguaglianze e qualificare l’offerta didattica.
Le piste di ricerca affrontano diverse prospettive della didattica a distanza all’università; a) il punto di vista delle matricole e degli iscritti ai diversi anni di corso; b) le caratteristiche e dimensioni valutative negli studi universitari, e l’esperienza della didattica DaD che ha interessato anche gli studi terziari in questi ultimi anni accademici.

Guido Benvenuto è professore ordinario a Sapienza, Università di Roma, per i corsi di Pedagogia Sociale e Metodologia della ricerca educativa. Si occupa di formazione iniziale e in servizio dei docenti, di ricerche e interventi in campo socio-educativo. Recenti pubblicazioni: La scuola diseguale. Dispersione ed equità nel sistema di istruzione e formazione, Roma, Anicia, 2011; Stili e metodi della ricerca educativa, Roma, Carocci, 2015; Alternanza Scuola-Lavoro e Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, Roma, Nuova Cultura, 2019.

Manuela Montebello è cultrice della materia Metodologia della ricerca educativa presso Sapienza, Università di Roma. Si occupa di ricerca in campo socio-educativo in collaborazione con enti pubblici e privati. Recenti collaborazioni: Invalsi, progetto “Sistema Nazionale di Valutazione” (2018); Fondazione di Vittorio, progetti per contrastare la povertà educativa 0-6 anni (dal 2018); ANISN e Dip. Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione, Sapienza di Roma, progetto ESERO Italia (2019- 2021).

Sara Gabrielli è dottoranda in Psicologia Sociale, dello Sviluppo e Ricerca Educativa presso Sapienza, Università di Roma. È vincitrice del premio per tesi di laurea magistrali Valeria Solesin. Si occupa dello studio della resilienza nella pratica didattica e dell’inclusione della popolazione migrante nei contesti scolastici ed educativi italiani. Di recente pubblicazione il testo: La scuola come tutrice di resilienza. Una sperimentazione condotta tra Italia e Spagna, Milano, Franco Angeli, 2019.

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788833654324
Numero pagine: 140
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 3 Novembre 2021

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 17 × 24 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La didattica DaD all’università”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

Collane

WebTV