Ardeal. La fine della Grande Guerra e il nuovo confine romeno-ungherese

Autore/i: Giuseppe Motta

11.0022.00

Questo volume rappresenta il completamento di una ricerca attorno alla risistemazione dei confini in Europa centro-orientale al termine della Grande Guerra, compiuta nell’ambito del progetto Firb 2010 “L’Europa di Versailles (1919-1939). I nuovi equilibri europei tra le due guerre nelle fonti dell’Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito”. Tale fase è stata centrale per la storia di molte regioni e il caso della Transilvania conferma l’importanza di questo delicato momento storico in cui si sono rivisti i confini di molti Stati europei. In qualche modo il libro si collega al precedente volume Ardeal: le origini della Transilvania romena, edito da Edizioni Nuova Cultura nel 2011, di cui prosegue l’analisi, soffermandosi sulle implicazioni del cambiamento del confine, tanto per le relazioni bilaterali fra Romania e Ungheria, quanto per la vita e il contesto socio-economico della popolazione locale.


 

Giuseppe Motta è ricercatore universitario presso la Sapienza Università di Roma, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell’Europa e attualmente insegna Storia dell’Europa moderna e Storia dell’Europa orientale. Si occupa di temi relativi alla Romania e alla tutela delle minoranze in Europa centro-orientale nel corso del XX secolo.

Altre info editoriali
ISBN cartaceo: 9788868126438
ISBN digitale: 9788868126704
Numero pagine: 262
Colore: B/N
Data di pubblicazione: 21 Aprile 2016
Svuota

Informazioni aggiuntive

Peso 0.288 kg
Dimensioni 14 × 20 cm
Formato

Cartaceo, Pdf

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ardeal. La fine della Grande Guerra e il nuovo confine romeno-ungherese”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reparti

WebTV

Accesso Cliente

Hai perso la password?